PDP o PEI?

https://www.gemelliadhd.it/wp-content/uploads/2020/11/cambiamenti_2020_10_24.jpg
Studio di Riabilitazione Neuro-psicomotoria

Ogni volta che mi capita di nominare il PEI o il PDP a colloquio dopo una valutazione neuropsicologica, leggo negli occhi di molti genitori il terrore o il disorientamento.

“La scuola dava peso a chi non ne aveva, faceva uguaglianza. Non aboliva la miseria, però tra le sue mura permetteva il pari. Il dispari cominciava fuori” – Erri De Luca

Sarà il bombardamento di informazioni a cui sono esposti, sarà il suono dell’acronimo o semplicemente il non conoscere di cosa si tratta ma il primo impatto è quasi sempre lo stesso.

Affibbiare queste etichette ad un bambino post certificazione non è piacevole, soprattutto se non se ne conosce il significato.

La cosa più importante da dire a riguardo, a prescindere dalla condivisione del loro contenuto, è che sono strumenti indispensabili dal punto di vista emotivo e degli apprendimenti, da compilare per aiutare a migliorare il “benessere scolastico” del bambino stesso.

Mio figlio, quindi, ha diritto al PDP o al PEI?

Il PEI o Piano Educativo Personalizzato è obbligatorio per tutti gli alunni con disabilità in base alla L. 104/92 e al DPR 24/2/94 ed è compilato congiuntamente dalla Scuola e dai Servizi socio-sanitari che hanno in carico l’alunno.

Tutto ciò che viene indicato nel PEI deve essere riferito a quanto emerso nella Certificazione scritta dopo la Diagnosi Funzionale.

Non è un documento immutabile, può essere modificato per tenere conto dei risultati raggiunti dall’alunno, per aggiornare o confermare gli obiettivi.

Il Piano Didattico Personalizzato (PDP), invece, è un documento previsto dalla legge 170/2010, che compila la scuola ma rappresenta un patto d’alleanza fra docenti, famiglia e istituzioni socio-sanitarie nel quale devono essere individuati e definiti gli interventi didattici individualizzati e personalizzati, gli strumenti compensativi e le misure dispensative che servono all’alunno per raggiungere in autonomia e serenità il successo scolastico.

Trattandosi di un piano che deve seguire passo dopo passo la crescita del ragazzo in questione, può e deve essere modificato nel corso dell’anno.

A chi non rientra nella disabilità o nei DSA non spetta né il PDP né il PEI?

Per tutti i ragazzi che rientrano nei BES (Bisogni Educativi Speciali) come le condizioni di svantaggio sociale, economico e linguistico o tutti coloro che sono in attesa di una certificazione di DSA, la scuola non ha l’obbligo di applicare il PDP, ma se a propria discrezione decidesse di applicarlo, dovrebbe seguire le linee guida presenti nella legge 170/10.

Riassumendo: qual è la distinzione fondamentale tra i due documenti e a cosa servono?

Il PEI viene applicato in presenza di disabilità, mentre in tutti gli altri casi viene compilato il PDP. Nello specifico: il PDP è obbligatorio per i ragazzi la cui certificazione rientra nella legge 170/2010 ma facoltativo per tutti gli altri BES.

Si tratta di strumenti chiave ai fini dell’inclusione scolastica di alunni altrimenti destinati a rimanere “indietro” rispetto al resto della classe.

Cosa mi sento di consigliare?

Se si ha qualsiasi dubbio a riguardo, basta chiedere una delucidazione a chi di competenza per evitare di incappare in errore e di non compilare correttamente lo strumento più idoneo al bambino in questione.

Autore: Arianna De Luca

Rivista Cambiamenti
Studio di Riabilitazione Neuro-psicomotoria
Gemelli ADHDDove siamo
Il progetto è nato in provincia di Torino e collaboriamo con professionisti provenienti da tutto il territorio nazionale.
Territorio nazionaleProfessionisti italiani
https://www.gemelliadhd.it/wp-content/uploads/2020/07/cartina_footer.png
Sempre aggiornati!I nostri social links
Nella pagina FB Gemelli ADHD puoi trovare le ultime novità e nel nostro gruppo puoi interagire con professionisti ed altri membri.
Codice Fiscale92524520019
Associazione per i Disturbi da Deficit di Attenzione ed Iperattività, Disturbi Specifici dell'Apprendimento e Patologie Correlate: “Gemelli ADHD Aps”
Gemelli ADHDDove siamo
Il progetto è nato in provincia di Torino e collaboriamo con professionisti provenienti da tutto il territorio nazionale.
Territorio nazionaleProfessionisti italiani
https://www.gemelliadhd.it/wp-content/uploads/2020/07/cartina_footer.png
Roma
Milano
Torino
Sempre aggiornatiI nostri social links
Nella pagina FB Gemelli ADHD puoi trovare le ultime novità e nel nostro gruppo puoi interagire con professionisti ed altri membri.
Codice Fiscale92524520019
Associazione per i Disturbi da Deficit di Attenzione ed Iperattività, Disturbi Specifici dell'Apprendimento e Patologie Correlate: “Gemelli ADHD Aps”